cercare case all’asta, per il 2023 - Sarpi Immobiliare

cercare case all’asta, per il 2023

Cercare case all’asta, come ci si deve muovere?

Il prezzo degli immobili sta risalendo in tutte le città d’Italia, in particolare nelle città di mare, il motivo potrebbe essere causa di questi due anni di pandemia, vuoi per la “rivoluzione dello Smart working” vuoi perché il mare è sempre il mare, i prezzi e le richieste per questo tipologia di immobile sta trainando il mercato.

Se state pensando di comprare una casa, che sia per un investimento o con uno scopo abitativo, ma il budget è limitato, un’alternativa che ci sentiamo di consigliare è sicuramente quella di valutare l’acquisto tramite asta giudiziaria.

Asta giudiziaria…. una parola che ha sempre suscitato “timore”, timore della, lasciatemi passare il termine”, FREGATURA. Fortunatamente i tempi sono maturati, se una volta sembrava impossibile poter accedere alle aste, riservate solo a coloro che possedevano contanti, ora potrebbe essere più semplice di quanto di possa credere, vediamo come.

cercare case all'asta

cercare case all’asta

Cercare case all’asta, la prima cosa da sapere è:

D: “Quando una casa va all’asta?”

R: Una casa viene messa in vendita mediante a seguito di un decreto di pignoramento. Il pignoramento può essere richiesto da creditore che esprime in questo modo la volontà coatta di voler recuperare il denaro concesso. Il pignoramento immobiliare avviene attraverso l’intervento dell’autorità giudiziaria che ha preso in carica la pratica a seguito del ripetuto mancato pagamento del debito.

Dopo gli anni dei mutui “fantasiosi”, purtroppo molte persone si sono trovate in grosse difficolta nel sostenere la rata del mutuo, per questo motivo le banche si sono ritrovate molti più immobili di quelli che pensavano potessero gestire.

Cercare case all’asta, la seconda cosa da sapere è:

D: “Come viene stimato il prezzo della casa all’asta?”

R: Il valore di un immobile che deve essere venduto all’asta è il risultato di una perizia tecnica redatta da un professionista nominato dal tribunale che si occupa della compravendita. Il perito dovrà tenere in considerazione di numerosi fattori, anche del debito che pesa sul debitore. Il risultato di questa perizia è SEMPRE inferiore al valore di mercato corrente. Per queto motivo acquistare all’asta può DIVENTARE un ottimo affare.

Cercare case all’asta, la terza cosa da sapere è:

D:“Come faccio ad essere certo che il valore dell’immobile sia realmente conveniente rispetto al mercato?”

R: Il reale valore di mercato dell’immobile deve essere inserito nella perizia. All’interno dell’analisi il tecnico dovrà riportare anche l’esistenza di eventuali abusi esistenti, se l’immobile è abitato oppure libero, se è soggetta a usufrutto o se gravano altre incombenze.

Cercare case all’asta, la quarta cosa da sapere è:

D:“Dove posso reperire informazioni sulle case all’asta presenti?”

R: Gli annunci di case in vendita mediante asta giudiziaria sono facilmente recuperabili sui portali immobiliari che affollano il web. Il sito ufficiale che fornisce informazioni sulle aste giudiziarie è quello del tribunale. Ogni immobile caricato ha una propria pagina all’interno della quale trovi tutte le informazioni necessarie per valutarne la compatibilità con quello che cerchiamo.

Cercare case all’asta, la quinta cosa da sapere è:

D:“Posso conoscere i nominativi di chi gestisce l’asta”

R: Sulla pagina dedicata di ogni annuncio sono presenti le informazioni su chi gestisce l’asta, il nome del notaio e del responsabile delle visite.

La sesta cosa da sapere è:

D:“posso visitare l’immobile”
R: Certo, anzi è consigliato prendere appuntamento per visiona l’immobile.

La settima cosa da sapere è:

D:“cosa devo prendere in considerazione prima di fare una offerta?”

R:Dopo avere visionato l’immobile, lo step successivo è quello di visionare attentamente la perizia e i documenti a disposizione in particolare:

  • visura catastale
  • planimetria catastale
  • numero di procedura
  • decreto di pignoramento

L’ottava cosa da sapere è:

D:“come posso presentare una offerta?”

R: L’offerta deve essere presentata alla cancelleria del Tribunale in busta chiusa e anonima, questa forma di offerta viene detta vendita senza incanto.
All’interno della busta devono essere contenuti i dati dell’offerente, un assegno circolare con un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione intestato a curatore dell’asta.

Va indicato anche come si intende pagare. Cosa molto importante è che l’offerta è irrevocabile e non può essere inferiore del 25% rispetto alla base di partenza.

Gli offerenti verranno chiamati a presentarsi all’udienza di vendita. Se le offerte saranno più di una si procederà alla vendita con incanto, ovvero gli interessati potranno effettuare un rilancio. Se l’offerta è unica i creditori potranno decidere se accertarla rifiutarla.

Se la tua offerta viene accettata, si procede con il decreto di trasferimento e alla cancellazione delle ipoteche che gravano sull’immobile.

La nona cosa da sapere è:

D:“posso richiedere un mutuo per comprare casa all’asta?”

R: Si è possibile richiedere un mutuo per gli immobili comprati all’asta, l’importante è specificarlo sia al momento dell’offerta che durante la stipula del decreto di trasferimento. In questo caso diventa fondamentale lo stato catastale dell’edificio. Sarebbe consigliato  arrivare all’asta con una pre-delibera di fattibilità rilasciata dall’istituto bancario.

La decima cosa da sapere è:

D:“Posso usufruire delle agevolazioni per la prima casa?”

R: Una novità introdotto da pochi anni  è che se acquisti tramite asta ed è l’abitazione principale, si può richiedere l’agevolazione come acquisto per prima casa.


Sei interessato ?

CONTATTACI